OIPA










Utilità




Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo











Iscriviti al canale

You tube OIPA



STOP ALL’UCCELLAGIONE IN VENETO: DOPO VENT’ANNI LA REGIONE ACCOGLIE LA DIRETTIVA EUROPEA CHE VIETA L’USO DELLE RETI. FESTEGGIAMENTI NELLE PRINCIPALI CITTA’ VENETE.


21/11/14

Dopo 20 anni di attività illecite di cattura degli uccelli migratori con le reti da uccellagione finalmente è arrivato dall’Europa lo STOP dell’uccellagione in tutto il Veneto.
La regione Veneto assieme a ben sei province su sette, per ben vent’anni ha autorizzato la cattura di migliaia di piccoli uccelli migratori delle specie Merlo, Allodola, Cesena, Tordo bottaccio e Tordo sassello per essere destinati come richiami vivi nella caccia da appostamento.
Questa attività è stata autorizzata dalla regione Veneto e dalle province di Vicenza, Treviso, Verona, Padova, Venezia e Belluno in violazione della direttiva “Uccelli” del 1979 che vieta tassativamente l’uso delle reti.
Grazie ad un lavoro intenso, accurato e costante svolto con massima competenza dall’eurodeputato On. Andrea Zanoni nei suoi due anni di attività al Parlamento Europeo, con denunce, interrogazioni, incontri con i funzionari della Commissione Europea e con il Commissario all’Ambiente Janez Potocnik, il 20 febbraio 2014 la Commissione Europea ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia per la violazione della direttiva “Uccelli” determinando lo stop dell’uccellagione in tutta Italia.
Grazie a ciò i cittadini del Veneto inoltre eviteranno di pagare le salatissime sanzioni europee per le infrazioni alla direttiva comunitaria.
In questi giorni gli uccelli migratori che transitano nella nostra regione, per proseguire verso sud, passeranno senza il rischio di essere catturati con un mezzo vietato come le reti, evitando di finire per il resto della loro vita in minuscole e sporche gabbiette usate dai cacciatori nella caccia da capanno; la regione infatti dopo ben 20 si è piegata alla direttiva UE “Uccelli” evitando finalmente di autorizzare “roccoli” e “prodine” per la cattura dei migratori.
Cittadini e attivisti di molte associazioni di tutela degli animali sabato 22 novembre alle ore 15.30 si ritroveranno nelle città  capoluogo per festeggiare con un brindisi un Veneto finalmente libero dalle reti da uccellagione.
A Vicenza l’appuntamento sarà in Piazza dei Signori (info Renzo  348/9952822), a Treviso in Piazza dei Signori (info Mara: 339 7760836), a Padova in Piazza dei Signori (info Paola 335 7797469), a Verona in Piazza Bra’ (info Luca 3313713521), a Venezia Mestre in Piazza Ferretto – lato orologio (info Tatiana 338 5081264), a Belluno in Piazza dei Martiri (info Manuela 3493843487).
A Treviso parteciperà all’iniziativa anche Donatella Rettore e un inviato di Striscia la Notizia.
Gruppo di cittadini e di attivisti di associazioni per la legalità e il rispetto delle normative europee appartenenti a ENPA, OIPA, LAV, LIPU, LAC, ANIMALISTI ITALIANI, UEPA, WWF, Coordinamento Protezionista Veneto CPV





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org