OIPA










Utilità



Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo












Iscriviti al canale

You tube OIPA



MONTICHIARI. UN CORO DI 3000 VOCI
ALLA FIACCOLATA CONTRO GREEN HILL

Eravamo 3000, contro Green Hill e contro la vivisezione.
Giovani, anziani, adulti, bambini e molti cani, provenienti da tutta Italia, tutti uniti per gridare a gran voce "Green Hill deve chiudere!".
Una fiaccolata che ha illuminato le strade deserte in un sabato sera che difficilmente si riuscirà a dimenticare.

Gli abitanti di Montichiari erano barricati in casa, qualcuno sbirciava dalla finestra, mentre la maggior parte fingeva di non essere nemmeno in casa.
Arrivati davanti a via San Zeno, lungo la quale si trova l'allevamento lager di Green Hill, un barriera impediva al corteo di passare: i poliziotti, schierati in tenuta antisommossa, bloccavano l'ingresso. Siamo stati lì, fermi per oltre un'ora, inneggiando composti cori contro il sindaco Zanola, Green Hill e la vivisezione, mentre alcuni dei partecipanti, in lacrime, pensavano ai poveri Beagle rinchiusi nei capannoni a poche decine di metri.

Le emozioni che si respiravano nell'aria erano molteplici: rabbia, dolore, tristezza, ma anche speranza, la speranza che la fine di questa tortura inutile non sia un miraggio.
A questi poveri animali vengono inferte le peggiori sofferenze, allevati in gabbie anguste e venduti ai laboratori dove vengono sezionati vivi, avvelenati, ustionati, accecati, mutilati, congelati, decerebrati, sottoposti a ripetute scariche elettriche attraverso elettrodi conficcati nel cervello, ed infettati con qualsiasi tipo di virus o batterio. In moltissimi casi, per evitare che possano recare disturbo, vengono privati delle corde vocali, in modo tale da impedirgli di urlare.

L'Ex ministro Brambilla, presente alla fiaccolata, ha annunciato la chiusura a breve di Green Hill, ma quando?
Quanti cani dovranno ancora partire chiusi in un furgone verso morte certa? Dove verranno trasferiti per avere poi lo stesso destino?
Queste sono la domande che tutti i presenti si facevano e continuano a farsi, sperando di avere per ognuna di loro una risposta.

Il 20 dicembre il nucleo di guardie zoofile OIPA di Brescia ha depositato alla Procura della Repubblica di Brescia una nota integrativa che ribadisce le violazioni riscontrate durante la perquisizione di Green Hill del 30 settembre 2011, a seguito della quale è stata inviata l’istanza di chiusura per presunte gravi irregolarità amministrative.
La documentazione relativa a quanto emerso durante la perquisizione di Green Hill è stata e verrà inviata solo alla Procura della Repubblica di Brescia, unica autorità autorizzata a svolgere le indagini.

Staff OIPA Ferrara, Pisa, Torino, Treviso, Verona





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org