OIPA










Utilità



Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo












Iscriviti al canale

You tube OIPA



ROMA. II EDIZIONE DEL CONCORSO
“IO AL CIRCO CON ANIMALI NON MI DIVERTO!”

Sostieni la sezione OIPA Roma e provincia alla pagina http://www.oipa.org/italia/sezioni/roma.html

ECCO I VINCITORI DELLA II EDIZIONE DEL CONCORSO “IO AL CIRCO CON ANIMALI NON MI DIVERTO!”

I PRIMI CINQUE CLASSIFICATI
1° Classificato: CLASSE V A – I.C. TIVOLI-BAGNI “TOMMASO NERI” (foto n. 1)
2° Classificato: CLASSI VA e V B – SCUOLA PRIMARIA “GIORGIO FRANCESCHI” (foto n. 2)
3° Classificato: CLASSE I B – I.C. “PRIMO LEVI” DI MARINO (foto n. 3)
Al quarto e al quinto posto si sono classificati rispettivamente la classe II D dell’Istituto “Primo Levi” di Marino e la IV E della scuola elementare di Tivoli-Bagni. (foto n. 4 e foto n. 5).

I PREMI
1° Classificato: Coppa “oro” + ingresso e visita guidata presso il Parco Faunistico Piano dell’Abatino, il quale offre cure ad animali autoctoni feriti o malati e ospitalità ad animali esotici maltrattati o sequestrati
2° Classificato: Coppa “argento”
3° Classificato: Coppa “bronzo”
4° Classificato: Magliette OIPA con fumetto a tema
5° Classificato: “SOS animali in pericolo – Costruiamo una nuova arca”. Storie a fumetti di Isabella Dalla Vecchia

A tutte le classi che hanno partecipato al progetto “Impariamo il linguaggio del rispetto” verrà rilasciato un Diploma di merito quale riconoscimento del lavoro svolto.

Il CONCORSO
Ogni classe ha concorso collaborando in gruppo per creare un manifesto in cui, con immagini e parole, sono stati descritti i sentimenti e i desideri di un animale ridotto in schiavitù. Oltre ai manifesti, alcuni ragazzi hanno spontaneamente realizzato temi, poesie e cd.

IL PROGETTO “IMPARIAMO IL LINGUAGGIO DEL RISPETTO”
Il progetto, cui quest’anno hanno aderito nove scuole con quaranta classi e oltre novecento ragazzi di Roma e provincia, è stato promosso allo scopo di diffondere fra i più giovani un’educazione al rispetto della Diversità, la quale dovrebbe sempre costituire un valore aggiunto e mai una limitazione o la ragione per mettere in atto comportamenti discriminatori. Inserita in un quadro più ampio di prevenzione dell’uso della violenza e del bullismo, l’iniziativa ha riguardato esseri viventi appartenenti a una specie diversa dalla nostra, gli animali, che pure, nel confronto con gli umani, soggiacciono alla legge del più forte. Dunque: chi è il più “forte”? “Forte”, in qualsiasi ambito, è colui che sa rispettare gli altri, soprattutto se questi altri si trovano in una condizione meno avvantaggiata. Ma l’insegnamento non si limita all’individuazione del “forte”, bensì si estende alla più importante Etica del rispetto. Da qui l’esigenza di trasmettere ai ragazzi delle competenze pratiche, che legano il rispetto alla capacità concreta di sapersi relazionare correttamente con l’Altro. Grazie alle informazioni acquisite, l’uomo saprà comportarsi adeguatamente, con rispetto appunto, mentre gli animali potranno beneficiare di questa “conoscenza” in termini di salute e benessere.

A un primo incontro sulla tematica del circo con animali, dove agli animali sfruttati negli spettacoli viene finalmente riconosciuto il loro diritto innato di vivere secondo natura, quindi nel loro ambiente, in libertà e fra i propri simili, è seguito un incontro dal titolo più esplicativo “Conoscere per rispettare”, finalizzato al rilascio del patentino “Amico degli animali” e incentrato sulla giusta interazione con gli animali da compagnia, fra cui pesci rossi, canarini, tartarughe, criceti, conigli e anche cani e gatti. Un monito c’è: acquisire informazioni sulla cura di un determinato animale non sempre è garanzia di benessere per quell’animale. Ad esempio, pur acquisendo delle nozioni sulle dimensioni minime da rispettare affinché una gabbia sia di maggiore comfort, come si può pensare di garantire così delle condizioni di vita compatibili con la natura di un canarino? Ma poiché esistono le adozioni necessarie (animali abbandonati, in difficoltà o costretti ormai a vivere in cattività), e poiché il commercio di animali è purtroppo una realtà, informarsi resta in ogni caso il minimo e il meglio che si possa fare. È questo l’insegnamento che si augurano di avere trasmesso le volontarie Camilla Borsotti, Arianna Fioravanti, Francesca Durante e Antonella Dalmonte, che ringraziano i ragazzi e gli istituti scolastici che anche quest’anno hanno dato prova di grande sensibilità e interesse nei confronti della tutela degli animali.  

Arianna Fioravanti
Settore Formazione OIPA Italia Onlus Roma e provincia
(E-mail: formazione.roma@oipa.org)

Casella di testo: Elenco delle scuole che hanno partecipato al progetto:    I.C. Tivoli-Bagni – Scuola primaria  I.C. Tivoli-Bagni – Scuola secondaria di primo grado “Orazio”  I.C. Via Cassia 1694  I.C. Castel Madama  I.C. Pio La Torre  I.C. “Primo Levi” – Marino  Scuola primaria Giorgio Franceschi  I.C. “Maria Grazia Cutuli”  Scuola secondaria di primo grado “Madonna della neve”                        


Tutti i primi classificati


1° Classificato A


1° Classificato B


1° Classificato C


2° Classificato


3° Classificato


4° Classificato


5° Classificato


Photofun





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org