OIPA











Utilità




Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo











Iscriviti al canale

You tube OIPA



L'AVVENTUROSO SALVATAGGIO DI UNA PAPERA
IN PIAZZA DELLA COSTITUZIONE ITALIANA A POTENZA

Sostieni la sezione OIPA Potenza e provincia alla pagina http://www.oipa.org/italia/sezioni/potenza.html

29/11/13

Cadono i primi fiocchi di neve sulla città di Potenza. In quel silenzio ovattato che pervade la città, una storia alquanto bizzarra spinge un gruppo di ragazzi a condividere una serata che difficilmente potranno dimenticare, in piazza della Costituzione Italiana. A raccontarvi questa avventura è una dei protagonisti, volontaria dell’OIPA della provincia di Potenza, aspirante guardia eco zoofila.

«Suona il citofono nel tardo pomeriggio, è il mio compagno: mi avvisa che sotto il nostro porticato si aggira una papera e che ci sono dei ragazzi intenti a chiamare aiuto. Pensi ad uno scherzo, scoppiano le risate: una papera in mezzo ad una piazza qui in città?
Comunque, decido di scendere, chissà quale scherzo mi aspetta... Apro il portone e vedo uno dei proprietari del ristorante Cibo’ che dà da mangiare a una graziosa e candida papera.
Dopo i primi attimi, catturati dalla tenerezza di questa creatura disorientata, iniziamo seriamente a preoccuparci, bisogna assolutamente catturarla, inizia a nevicare, potrebbe rischiare di morire. Si avvicinano gli altri ragazzi che erano al ristorante, nessuno capisce da dove venga, si rivolgono a me, sconfortati, perché hanno fatto un giro di telefonate ad alcune associazioni del posto e nessuno può dare la disponibilità. La macchina degli aiuti, comunque, si attiva, le telefonate iniziano a girare tra i rispettivi conoscenti, fin quando arrivano in soccorso altri due amici dell’OIPA e un ragazzo della protezione civile. Mentre attendiamo il loro arrivo, fortuna vuole che io abbia a disposizione una gabbia per cani, inizio a predisporla. Facciamo cerchio intorno alla papera nel tentativo di acchiapparla ma l'animale non ne vuole saperne di essere salvato e scappa via svolazzando.
Rincorriamo la papera di qua e di là per le palazzine della piazza, una scena da “paperissima sprint”, è proprio il caso di dire, anche se, alle risate si alterna la preoccupazione che possa raggiungere la strada o cadere sotto un buio dirupo oltre il quale non potremmo intervenire. Non avendo a disposizione un retino, usiamo quello che si ha sotto mano, chi rimedia una sacca grossa di juta, chi si toglie il giubbotto. Ecco che dopo un’ora di inseguimenti, con un’azione alquanto rocambolesca, il ragazzo della protezione civile butta il suo giubbotto che finisce inevitabilmente per terra e, con una prontezza di riflessi, acchiappa la papera a mani nude. È fatta! Peccato non aver ripreso con una videocamera la scena! Un paio di carezze per calmarla e viene messa nella gabbia. Un veloce esame verifica che non ha ferite né traumi. Viene poi portata a casa mia, al riparo alla neve che sta diventando sempre più intensa, per darle il meritato ristoro. La sera stessa, il coordinatore delle guardie eco zoofile OIPA della Provincia di Potenza si attiva per cercarle una sistemazione: non passa molto che uno dei nostri volontari si fa avanti e decide di prenderla con sé e tenerla nella sua campagna. La serata si conclude con un mio messaggio finale su facebook agli amici: “Guardo fuori la neve che cade e sorrido serena guardando la paperottola tranquilla a sonnecchiare… Sono queste le cose che mi rendono felice”. La mattina seguente la nostra fortunata creatura viene presa e portata in campagna, lontana dai pericoli della città».

Come in tutte le storie di animali, alla fine non può mancare un messaggio educativo per gli esseri umani. Partendo da una considerazione che, quella sera, la mia collega dell’OIPA fa: «A chi racconto delle nostre quotidianità da una parte rimane piacevolmente stupito e dall’altra ha la conferma delle nostre follie… correre sotto la neve per acchiappare una papera? Mah… non hanno proprio niente altro a cui pensare…».
Bene è proprio a causa di questa indifferenza che la papera girava da due giorni intorno al quartiere sotto lo sguardo divertito della gente che non ha pensato di chiamare aiuto. Ora, chi si occupa della protezione animali si preoccupa non solo di salvare la vita degli animali ma anche di garantire la salute e l’incolumità pubblica, cosa c’entra? Immaginate se questo esserino, mentre nevicava abbondantemente su Potenza, attraversava la strada o spiccava il volo, poteva finire contro una macchina che, immancabilmente, frenando d’improvviso sulla strada ghiacciata, avrebbe provocato un incidente! Quindi come vedete, il fatto che esistiamo può apportare alla società un valido contributo.
Voglio comunque lasciare un messaggio di affetto e gratitudine a quel gruppo di ragazzi che con noi si sono preoccupati del destino della dolce e candida papera di piazza della Costituzione Italiana. Sapere che ci sono giovani di buoni sentimenti che portano dentro di sé empatia nei confronti degli animali, ci dà più coraggio a continuare la strada del volontariato, in difesa degli animali.

Maria Antonietta Paradiso - Responsabile Comunicazioni OIPA provincia di Potenza





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org