OIPA










Utilità




Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo












Iscriviti al canale

You tube OIPA



CAMPAGNA DI PASQUA “M’AMA, MI MANGIA”:
L’OIPA ORGANIZZA UN SIT-IN SCENOGRAFICO
CONTRO LA MACELLAZIONE DEGLI AGNELLI

2/4/15

Nel piatto contornato di verdure,
un bambina simboleggia l’agnello e chiede “Mi mangeresti?”

Giovedì 2 aprile l’OIPA ha organizzato un sit-in scenografico in via Mercanti, nel pieno centro di Milano, come atto conclusivo della grande campagna “M’ama, mi mangia”, che nelle scorse settimane ha invaso con oltre 600 affissioni le metropolitane di Milano, Roma, Torino e Napoli.

Una forchetta e un coltello appoggiati ad un piatto colmo di verdure e, al centro, una bambina: è l’agnello, il cucciolo sacrificato per la “tradizione”. Questo l’allestimento simbolico che l’OIPA ha scelto di utilizzare per rafforzare il messaggio portante della campagna: perché l’agnello, pur essendo un cucciolo, viene considerato cibo e non un essere vivente da amare come il cane e il gatto?

Il consumo di carne di agnello è in calo, tuttavia sono circa 4 milioni gli agnelli uccisi ogni anno in Italia, neonati separati forzatamente dalle loro madri, maltrattati, marchiati e trasportati verso una fine crudele e violenta.

Circa 800.000 muoiono esclusivamente nel periodo di Pasqua.

Lo scorso anno abbiamo avuto grande riscontro da questa particolare forma di sensibilizzazione e abbiamo scelto di riproporla perché crediamo fermamente rappresenti un investimento per il futuro: modificare la coscienza collettiva può realmente salvare la vita di milioni di animali – spiega Massimo Comparotto, Presidente OIPA Italia Onlus - Il messaggio è forte e di impatto, ma non sciocca, piuttosto invita a porsi una domanda e a riflettere sulla rispostaAlla presa di coscienza deve seguire il coraggio di cambiare le abitudini di una vita intera. Abitudini che non valgono certo milioni di vite.

Il cambiamento inizia da ognuno di noi. Non nutrirsi di altri animali non è “una moda”, una “forma di protesta” e non dovrebbe rendere chi lo fa “quello diverso”. Rispettare la vita è, e deve essere, la normalità”.



Per ulteriori informazioni sulla campagna:
http://www.oipa.org/italia/vegetarismo/mamamimangia.html 





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org