AZIONE DI ANTIBRACCONAGGIO AD OPERA
DELLE GUARDIE ECOZOOFILE OIPA E LIDA

Indagini pregresse permettevano di acquisire informazioni circa la detenzione di fauna protetta illegalmente detenuti presso due  stabili siti in C/so Garibaldi 287 e 270  G. Nevano (NA).

Gli uomini del repato operativo antibracconaggio della sezione LIDA Napoli unitamente al comando radiomobile dei carabinieri di Casoria e alle Guardie Zoofile dell’OIPA di Napoli hanno eseguito 2 perquisizioni domiciliari nelle note palazzine di Grumo Nevano (NA).

L’operazione denominata “bracconiere noto” è scattata alle 17:00 del pomeriggio del giorno 20/09/2009  disposta dal sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Napoli  dr. Giuseppe Narducci  e coordinate dal responsabile LIDA sezione antibracconaggio di Napoli, Ciro Cortese  e dal responsabile regionale Carmine Mazza ha portato all’identificazione di una donna M.G. di Grumo Nevano denunciata alle A.G. e ad un uomo R. N. già noto alle forze di polizia per reati di bracconaggio il quale gravato da numerosi precedenti penali per maltrattamenti e violazioni di leggi in materia di esercizio venatorio.

Le operazioni eseguite hanno portato al sequestro di numerosi volatili di tipo cardellini e gabbia trappole per cattura di uccelli quali violate dallo stato per le leggi  189/04  art.544 ter  c.p.e   e art .727 c.p. - legge 157/92   art. 30 lettera h .  il valore complessivo dei volatili sequestrati e di circa 25.000 euro.

Il vice-delegato OIPA Napoli e Provincia
Carlo Costa