CASI DI AVVELENAMENTO A ORTA DI ATELLA (CS)


Il giorno 07/08 nella prima mattinata a Orta di Atella, comune in provincia di Caserta, si è verificato un atroce delitto, ignoti hanno avvelenato 7 cani di strada dove l’associazione "SPES" si occupava di dargli da mangiare e di curarli.
Dei 6 cani avvelenati sono salvi solo in 3, gli altri sono deceduti. Arrivati sul posto, noi dell'associazione OIPA con la sig.ra Carina di Nola Presidente della SPES, nostra amica e promotrice della collaborazione delle 2 associazioni, allertammo immediatamente le forze dell’ordine (Polizia Locale e Carabinieri), che ci risposero che la questione non era di loro competenza. A questo punto i poveri cadaveri sono stati presi dall’ ASL Ce2 mentre i 3 cani moribondi sono stati portati alla clinica veterinaria del Dott. Giordano a Frattaminore in provincia di Napoli, dove sono stati curati e salvati.
La SPES gestisce un proprio canile a Succivo in provincia di Caserta dove ospita oltre 800 cani, tutto ciò con volontari che garantiscono molto amore agli ospiti.
Sul posto siamo accorsi anche noi, per cercare di poter aiutare l’associazione SPES, molto vicina a noi, con la quale si è istaurato un autentico rapporto sia di amicizia che di aiuto reciproco e fratellanza.

Il problema vero e proprio è che le forze dell’ordine e le istituzioni sono sempre assenti sul territorio, le amministrazioni Comunali Regionali e Provinciali non ci danno realmente una mano per poter contrastare e reprimere questi atti violenti contro gli animali. Non sempre le leggi sono sufficienti per risolvere questioni di questo genere, perché gli uomini addetti alla sicurezza sono pochi e assenti, inoltre tutti coloro che formano lo stato locale (Asl, Comune, Regione, Provincia, Forze dell'ordine) sono spesso ostili e sordi alle emergenze sugli animali.

Le foto rivelano quello che abbiamo visto noi, i cadaveri di quei 4 cani, abbandonati per terra come spazzatura.
Tutto ciò senza un motivo, una ragione, un perché.
A chi si trova di fronte ad un fatto simile chiediamo di segnalarcelo, insieme ad eventuali casi di maltrattamento o situazioni sospette che riguardano i nostri amici animali. 
Invece alle istituzioni chiediamo AIUTO, ma quello vero.

Il Vice delegato OIPA Napoli e Provincia Carlo COSTA