OPERAZIONE "CAVALLO PAZZO"


Il giorno 19-03-2009 alle ore 09;30 circa è partita l'operazione denominata "cavallo pazzo" sul territorio di Bacoli dove è stata rinvenuto e sequestrato un maneggio abusivo con relativi box e cavalli. L'operazione è stata condotta dagli uomini della Guardia di Finanza di Pozzuoli in collaborazione con il nucleo operativo guardie LIDA e con il supporto del nucleo guardie zoofile OIPA e il nucleo guardie zoofile ENPA di Caserta.

Nel maneggio sono stati ritrovati 26 cavalli, tutti con microchip, uno con ganci alle zampe posteriori e due destinati al macello. I cavalli da corsa venivano allenati abusivamente sulla spiaggia circostante con pesi alle caviglie. Sul luogo vi erano anche due infermerie accessoriate di medicinali, flebi, siringhe, ecc... è stato ritrovato anche un luogo nel quale i cavalli venivano legati e fatti trottare e due lavaggi per cavalli.

Il maneggio abusivo con stalle non idonee si trovava in un luogo demaniale ma di proprietà della Curia di Pozzuoli.

Il terreno di circa 20.000 metri quadrati in cui si trova il maneggio abusivo, ospita anche un lago abusivo di acqua salmastra, nato negli anni ‘60 in seguito ad alcuni scavi per l'estrazione di sabbia. E’ stato battezzato “Lago Zio Papele”, ad oggi contiene un camion contenitore di molte batterie di auto fuori uso, rottami di auto d'epoca, macchine d'epoca, ed una discarica.
Sono stati chiamati anche i medici dell'ASL veterinaria locale per effettuare controlli medici sullo stato dei cavalli.

I cavalli messi sotto sequestro sono stati affidati ad una scuderia e portati presso l'ippodromo di Agnano in luogo idoneo.
L'operazione si è conclusa alle ore 18 circa.

Il Coordinatore alla Vigilanza OIPA Napoli e provincia
Carlo COSTA