L'OIPA SALVA ANCHE LA MAMMA DEI CANI PRECEDENTEMENTE RECUPERATI DA UN TUNNEL


Castel Nuovo di Porto ( Rm ) 17 Novembre 2009

Le Guardie Zoofile del Nucleo di Roma coordinate dal Comandante Provinciale Davide Rondinella, si sono recate nuovamente a castel Nuovo di Porto ( Rm ) al fine di ricongiungere con i suoi cuccioli la mamma cagna chiamata dai volontari "bianca".

L'operazione ha inizio alle ore 09.00, ma le Guardie Zoofile al fine di individuare "bianca" presidiano la zona dalle 08.00.

Per non far subire un trauma a bianca le Guardie Zoofile preparano con l'aiuto del medico della Asl del mangiare contenente del tranquillante, ed iniziano a cospargere la zona  in punti ben precisi, per poi rimuovere il mangiare a cattura avvenuta.

La fame e la ricerca affannosa dei cuccioli, spingono bianca a farsi vedere dopo non molto,  le Guardie  comunque provano ad avvicinare bianca senza usare metodi coercitivi, senza ottenere nessun risultato.

La seconda parte del piano è quella di addormentare bianca, sparando da lontano una siringa contenente anestetico.

Dopo qualche attimo di attesa il medico della Asl centra bianca con la siringa, inievitabile la corsa di bianca che dopo pochi minuti si accascia a terra.

Le Guardie arrivano sul posto prelevando il cane e portandolo nel furgone preposto al trasporto.

Quello che per bianca sarà sembrato la fine della libertà, è invece l'inizio del ricongiungimento dai suoi amati cuccioli.

Foto: Agenti  F. Lattanzi - A. Parlavecchio - F. Iacoponi