INTERVENTO MALTRATTAMENTO 2 CANI


Montecompatri ( Rm ) 03 Gennaio 2010

Questa volta la segnalazione di un' associazione animalista dei castelli Romani porta le Guardie Zoofile dell'Oipa a Montecompatri, esattamente alla stazione Colli Mattia.

Gli Agenti Alfredo Parlavecchio e Marina Porzia, coordinati dal Comandante Provinciale Davide Rondinella, giunti sul posto, scorgono una vecchia casa diroccata  tra alcuni binari morti, probabilmente in passato ad uso di qualche capo stazione come casa cantoniera.

L'aspetto esteriore della casa non lascia presagire nulla di buono, gli Agenti identificano subito un Tunisino K.M.B.A.  di 56 anni ed eseguono un'ispezione al cortile interno della casa, rivelatosi subito fatiscente.



Gli Agenti  notano subito la totale mancanza di acqua all'interno della struttura dove venivano detenuti i due cani,  con deiezioni ovunque, oltre ad una cuccia ed un recinto non a norma, come richiesto dal regolamento tutela e benessere del Comune di Roma.

Nel cortile veniva inoltre rinvenuta una carcassa di animale non meglio identificato in avanzato stato di decomposizione.

All'Istituto Zooprofilattico  spetterà il compito di accertare le origini e l'appartenenza del tipo di pelo prelevato dalle guardie zoofile.

Purtroppo pur essendo intervenuti sul posto gli Ufficiali di Polizia Giudiziaria della Municipale del VIII° Gruppo, non è stato possibile procedere al sequestro per la mancanza di reperibilità del medico della Asl.

Le Guardie Zoofile in attesa di coordinarsi con la polizia municipale e la Asl per poter eseguire il sequestro, hanno comunque diffidato ai sensi della L.189/2004 Art 544 bis ed Art. 727 il Sig. K.M.B.A. detentore dei cani. 


Foto: Comandante Provinciale Davide Rondinella 
         Funzionario Polizia Municipale VIII° Gruppo