OIPA












Utilità



Gli altri siti OIPA


Guardie zoofile


OIPA Internazionale


Medici Internazionali


Ricerca senza Animali


Appelli per gli animali


Animalismo











Iscriviti al canale

You tube OIPA



L'OIPA ROMA ALLA MANIFESTAZIONE PER LA CHIUSURA
DEL RIFUGIO PARRELLI

Sabato 2 ottobre 2010 l'Oipa di Roma ha partecipato al presidio per chiudere il "Rifugio Parrelli". L'obbiettivo è stato quello di attirare l'attenzione pubblica e, in particolar modo, delle  istituzioni locali su un canile oggetto di dozzine di denunce, risultato in aperta violazione delle normative vigenti da sopralluoghi di ASL, UDA e  carabinieri. Chiederemo di entrare nella struttura per esaminare coi nostri occhi le effettive condizioni strutturali e igienico sanitarie degli animali, e  chiederemo alle istituzioni un'indagine definitiva sulle attività illecite denunciate, e dei provvedimenti immediati per la salvaguardia degli animali presenti.

Il rifugio haattraversato indenne un blitz dei NAS che rinvenirono decine di cadaveri di cani e gatti incellophanati nei cassonetti di zona e all'interno dei locali del canile, condizioni igienico-sanitarie indegne e decine di animali in condizioni disperate. La struttura del rifugio non rispetta alcuna prassi di trasparenza e controllo sugli animali raccolti. Non sono censiti, registrati, neppure muniti di alcun segno di riconoscimento, e non e' dato in alcun modo risalire a quanti e quali animali entrino, escano, muoiano quotidianamente all'interno di quella struttura.

Contrariamente a quanto dichiarato negli avvisi, risulta impossibile, sia a privati cittadini sia a rappresentanti di associazioni animaliste e protezionistiche, seppure negli orari pubblicizzati quali orari delle visite, entrare nel rifugio per visitare gli animali.
Abbiamo chiesto che una parte dei partecipanti potesse entrare e vedere la situazione dei cani: ma nulla. A questo punto ci siamo fatti sentire con slogan e, soprattutto, raccontando le vicende di alcuni volontari o di alcune persone che, inconsapevolmente, hanno portato il cane nel rifugio.
Sono state fermate anche delle persone che volevano portare nel rifugio un cane appena trovato. E' stato spiegato perchè non lasciare il cane lì e sono stati aiutati nell'adozione.

Francesca Lavarini
Delegata OIPA sezione Roma e provincia





Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org