BUONE NOTIZIE DALLA COSTIERA AMALFITANA

Una situazione di emergenza riguardava l'allevamento dei tonni rossi presso il porto di Cetara.
Un'idea partita in sordina qualche settimana fa e conclusasi con l'introduzione di enormi gabbie sottomarine al largo del porto di Cetara, per allevare tonni che poi dovevano finire sulle tavole degli altolocati giapponesi.
Fortunatamente l'iniziativa è stata bloccata dall'intervento di Greenpeace, sezione Salerno, che ha denunciato il tutto e sopratutto i danni irreparabili all'ecosistema marino, oltre che la sofferenza per quei poveri tonni.
Si sono schierati contro anche il sindaco di Vietri, vari assessori, i Verdi di Vietri e un'associazione animalista chiamata RaggioVerde di Pellezzano, oltre all’OIPA di Salerno e provincia.
Lunedì, con il presidente di Greenpeace siamo andate a vedere le gabbie (oltre 10.000 metri quadri) e domani conosceremo un'altra  signora che sta combattendo contro questa ennesima brutalità.
In ogni modo tutto è stato bloccato e per fortuna anche il vice-sindaco di Cetara (da cui è partita l'idea) è stato costretto alle dimissioni.
 
Rugiada e Jennnifer Matonti
Delegate OIPA Salerno