Lo chiamano ancora “sport”, ma lo sport, quello vero, non si nutre della vita di altre specie, né causa la morte dei propri stessi simili, perché in quel caso si chiama “crimine”.
Ma quello che conta è confondere le menti dei più con tutti i mezzi possibili, tra cui l’uso distorto delle parole.
Benedetto non le conosce, non saprebbe che farsene delle parole, ma come accade a tanti altri cani, ha sofferto enormemente le conseguenze dello “sport” preferito dei “cavalieri della natura”, come amano farsi chiamare quelli che, a suon di doppiette, si divertono a spargere sangue e morte tra boschi e campagne.

Mentre cercavano di avvicinare una cucciolata, i volontari dell’OIPA di Brindisi hanno trovato lui, un cane di razza Drahthaar diventato l’ombra di se stesso. Magrissimo, impaurito, divorato vivo dalle larve di mosche, quasi accecato dalla malattia che lo stava consumando.

Non è stato facile aiutarlo a rinascere, c’è voluto del tempo prima che Benedetto riconquistasse la salute, ma la parte più difficile è stata guarire le ferite della sua anima.
Dapprima schivo e diffidente, grazie all’amore degli Angeli blu, che pian piano hanno riconquistato la sua fiducia, Benedetto ha capito che dalle persone non arriva solo il male, ma anche delicatezza, gesti affettuosi e gentili.

Quello che manca ora a Benedetto è la vicinanza costante di una famiglia, che aspetta già da tempo nella pensione dove è ospitato.
Esattamente un anno fa, il 13 ottobre 2021, fu ritrovato dai volontari, ma dopo tanti appelli promossi per dargli visibilità, Benedetto continua a rimanere invisibile. 

Aiutiamo questo dolcissimo cane a riscattarsi dal suo passato: Benedetto non ha mai ricevuto niente di positivo dalla vita, è ora che per lui ci sia finalmente una svolta che possa cambiare per sempre il suo destino.

Info per la sua adozione:  Cinzia Lombardi, vicedelegata OIPA Brindisi; Tel. 349 5038024; vice-brindisi@oipa.org

TUTTI GLI APPELLI PROMOSSI FINO AD OGGI IN AIUTO DI BENEDETTO

15 marzo 2022 – LA RINASCITA DI BENEDETTO: GRAZIE A TANTI AMICI DELL’OIPA È TORNATO ALLA VITA ED È PRONTO PER TROVARE CASA

Conosce il comando del “terra e del “seduto” e ti dà la zampa. Gli Angeli blu OIPA di Brindisi l’hanno chiamato Benedetto, come il santo del giorno in cui è stato trovato, quando inseguendo un branco di cuccioli segnalati nelle campagne, l’hanno avvistato. Era magrissimo, spaventato e con ferite ricoperte di larve di mosche.

Oggi Benedetto è tornato in forma grazie alle cure rese possibili da tanti amici dell’OIPA che l’hanno sostenuto a distanza. La leishmaniosi da cui è stato trovato affetto è tornata sotto controllo e va solamente monitorata nel tempo.

Ora questo dolcissimo cane è pronto per trovare una casa, ma chi l’adotterà dovrà avere tanta pazienza con lui. Non sappiamo cosa abbia subito prima di incontrare gli Angeli blu, ma vista la sua razza, Drathaar, è molto probabile che sia stato sfruttato con brutalità per cacciare per poi essere abbandonato.

Ancora schivo con gli estranei, ha bisogno di potersi fidare prima di lasciarsi andare e di rivelare la sua estrema dolcezza e docilità. Chi l’adotta quindi dovrà essere molto paziente e desideroso di instaurare con gradualità e pazienza un rapporto di fiducia che porterà Benedetto ad aprirsi e lasciarsi andare. Sappiamo che non sarà semplice, ma Benedetto merita di tornare a vivere, aiutiamolo a trovare la famiglia giusta per lui.

Info:  Cinzia Lombardi, Vice delegata OIPA Brindisi; Tel. 349 5038024; vice-brindisi@oipa.org

LA STORIA DI BENEDETTO 

30 dicembre 2021 – ANCORA UN GESTO DI SOLIDARIETÀ PER BENEDETTO, SALVATO IN FIN DI VITA DAI VOLONTARI DELL’OIPA DI BRINDISI 

È passato circa un mese e mezzo da quando i volontari dell’OIPA di Brindisi hanno sottratto alla morte Benedetto, cane di razza Drahthaar ritrovato in condizioni drammatiche. Magrissimo, affamato e molto debilitato, Benedetto vagava per le campagne brindisine alla ricerca di aiuto. Spaventato e ricoperto di ferite piene di larve di mosche, non sarebbe certo sopravvissuto a lungo senza il pronto intervento degli Angeli blu.
Ancora diffidente verso gli estranei, ma dolcissimo con i volontari che l’hanno accolto in stallo, oggi Benedetto sta meglio, sta recuperando peso, ma le sue cure proseguono.
In terapia per la leishmaniosi, dovrà fare anche una visita oculistica non solo per gli occhi che si presentano arrossati, aspetto che può essere legato alla leishmania, ma per la presenza di macchie giallastre che potrebbero essere il segno di un accumulo lipidico.
I volontari dell’OIPA di Brindisi continuano a sostenerlo come possono, ma insieme possiamo fare di più per garantirgli tutte le cure di cui necessita per restituirlo ad una vita dignitosa.

Info:  Cinzia Lombardi, Vice delegata OIPA Brindisi; Tel. 349 5038024; vice-brindisi@oipa.org

12 novembre 2021 – LE VITTIME NASCOSTE DELLA CACCIA: BENEDETTO, RECUPERATO SENZA FORZE DAI VOLONTARI DELL’OIPA DI BRINDISI, HA BISOGNO RINASCERE

Conosce il comando del “terra e del “seduto” e dà la zampa. Gli Angeli blu OIPA di Brindisi l’hanno chiamato Benedetto, come il santo del giorno in cui è stato trovato, quando, inseguendo un branco di cuccioli segnalati nelle campagne, l’hanno avvistato. Era magrissimo, spaventato e con ferite ricoperte da larve di mosche.

Ci vorrà del tempo prima che torni in forze: dagli accertamenti sanitari i valori della leishmaniosi sono risultati molto alti e il suo fisico, già provato dallo stato di incuria subita, dato che chissà per quanto tempo ha vissuto in strada, è rimasto gravemente debilitato. 

Insieme potremo essere la sua forza, quella forza che purtroppo Benedetto, cane di probabile razza drahthaar, ha perso dopo essere stato sfruttato fino allo stremo come “ausiliario” dello “sport” più folle del mondo.

COME AIUTARE BENEDETTO

CONTO CORRENTE POSTALE Vai in posta e compila un bollettino postale inserendo l’importo e la causale “Offerta Benedetto – OIPA Brindisi” su c/c n.43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO Effettua un bonifico con l’importo sul conto corrente n.43 03 52 03 banco posta Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203 BIC/SWIFT (per bonifico estero) BPPIITRRXXX con la causale “Offerta Benedetto – OIPA Brindisi”

ASSEGNO Invia un assegno bancario non trasferibile intestato a OIPA Italia a: OIPA Italia – via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano

CARTA DI CREDITO Solo per il pagamento con CARTA DI CREDITO cliccate il tasto INVIA LA DONAZIONE, e all’interno della pagina immettere l’offerta


IMPORTO IN CIFRE (No simboli o caratteri)