fbpx

GUARDA I VIDEO DELL'EVENTO E DELLA CONFERENZA

ONE SHOT NO KILL -
“CACCIA E FOTOGRAFIA NATURALISTICA: DUE DIVERSI APPROCCI ALLA NATURA”

Il progetto di sensibilizzazione contro la caccia “ONE SHOT NO KILL” ha come obiettivo indurre una riflessione sui diversi modi di approcciarsi alla natura, confrontando quello del cacciatore e del fotografo naturalista. Laddove il primo si dichiara amante della natura, ma di fatto la stupra e la strappa a chi vorrebbe goderne dopo di lui, il fotografo la rispetta, ammirandone in silenzio la bellezza, catturando immagini da condividere e lasciandola inalterata per chi ne vorrà godere dopo di lui.

LO SPARO DEL CACCIATORE UCCIDE, LO SCATTO DEL FOTOGRAFO PRESERVA:
ONE SHOT, NO KILL.

Nato da un’idea di Luca Spennacchio, fotografo, scrittore e formatore in ambito zoo-antropologico, il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione con dieci fotografi naturalisti che hanno donato gratuitamente alcuni dei loro scatti più suggestivi per celebrare la bellezza e unicità di alcune tra le specie più colpite dagli spari di cacciatori e bracconieri.

Il progetto si è articolato in una mostra fotografica a tema fauna cacciabile in Italia che è stata allestita il 13 ottobre nel porticato esterno al Cam Garibaldi di Milano con scatti gentilmente concessi da fotografi naturalisti sensibili alla tematica.

La sala conferenze del Cam Garibaldi ha ospitato il convegno che ha avuto come relatori fotografi, etologi, zooologi e ha trattato i segreti della fotografia naturalista e l’etologia delle specie ritratte, ma anche approfondimenti sulle problematiche legate alla caccia di specie a rischio.

CALENDARI E AGENDE DEDICATE

Il 13 ottobre scorso ti sei perso la mostra fotografica e il convegno contro la caccia "One shot, no kill"?

Nessun problema, puoi essere accompagnato per tutto il 2020 dalle più belle immagini della mostra fotografica che abbiamo selezionato per il nuovo calendario OIPA già ordinabile online https://regalisolidali.oipa.org/ Così è come se fossi stato lì con noi

One Shot no kill

HANNO PARTECIPATO ALL'EVENTO

Massimo Comparotto, Presidente OIPA Italia Onlus
Introduce e modera

Luca Spennacchio, fotografo, autore e ideatore del progetto
“One shot, no kill: chi ama contempla”

Alessandro Piacenza, vice coordinatore nazionale guardie zoofile OIPA
“Caccia: danni calcolati e danni collaterali”

dott. Emanuele Lubian, medico veterinario, direttore sanitario CRAS La Fagiana
“Patologie traumatiche conseguenti al bracconaggio: quali animali vengono colpiti e quali danni riportano”

Massimiliano Sticca, fotografo naturalista
“Fotografare la natura”


dott. Renato Semenzato, biologo esperto in grandi mammiferi
“Biologia e gestione dell’orso”

dott.ssa Paola Peresin, biologa specializzata in conservazione della biodiversità
“Strategie gestionali per la convivenza con una popolazione di lupi”

Paolo Rossi, fotografo naturalista specializzato in lupi
“Ho visto 30 lupi e sono ancora vivo”

Riccardo Trevisani, fotografo naturalista
“Si alla caccia, ma solo fotografica: racconti di un cacciatore di immagini”