Chi passerebbe ore e ore appostato per recuperare un randagio ferito? Quando si tratta di aiutare gatti selvatici come Zorro, che la propria libertà la difendono con le unghie e con i denti, il compito è molto arduo e non è certo alla portata di tutti, perché è necessario armarsi di tanta pazienza e determinazione.

Lo sanno bene i volontari dell’OIPA di Padova, che questa volta non si sono ritrovati alle prese con dei piccoli mici abbandonati, come accade il più delle volte, ma con un gatto randagio adulto abituato a vivere in campagna e che è sempre stato custode della sua preziosissima libertà, sfamandosi con quello che riusciva a procacciarsi autonomamente e approfittando anche del cibo avanzato dalle ciotole dei mici domestici.

Avvistato dai residenti della zona con un’enorme e profondissima ferita al collo, Zorro era molto probabilmente rimasto vittima di uno scontro con un cane di grossa taglia o con un animale selvatico e onde evitare che la situazione precipitasse, andava soccorso il prima possibile.

Dopo una settimana di appostamenti per prenderlo con la gabbia trappola, finalmente gli Angeli blu di Padova sono riusciti a catturarlo. La ferita era putrescente e in cancrena, perciò è scattata subito la corsa dal veterinario.  Disinfettato e ripulito, il micio è stato sottoposto ad una terapia antibiotica e curato anche da pulci, zecche e acari, oltre che sterilizzato.

A distanza di circa un mese dal suo recupero, tuttavia, Zorro è ancora sofferente, la ferita si è in parte rimarginata, ma è ancora molto estesa e finché non si sarà cicatrizzata del tutto sarà sempre a rischio di infezione.

Dunque i volontari stanno proseguendo con le terapie e le medicazioni quotidiane anche se con notevoli difficoltà, visto che Zorro non si fa trattare volentieri e soffre molto la costrizione nel gabbione di degenza.

Con un piccolo contributo per garantirgli le cure quotidiane, le pappe e i controlli veterinari, anche noi possiamo essere d’aiuto affinché Zorro possa tornare a vivere nuovamente libero e in salute. 

Per info su Zorro e gli aiuti da offrire: Marina Barzon, Delegata OIPA Padova e provincia; Tel. 340 1594115; padova@oipa.org

COME AIUTARE ZORRO DELL’OIPA DI PADOVA

CONTO CORRENTE POSTALE Vai in posta e compila un bollettino postale inserendo l’importo e la causale “Offerta Zorro – OIPA Padova” su c/c n.43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO Effettua un bonifico con l’importo sul conto corrente n.43 03 52 03 banco posta Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203 BIC/SWIFT (per bonifico estero) BPPIITRRXXX con la causale “Offerta Zorro – OIPA Padova”

ASSEGNO Invia un assegno bancario non trasferibile intestato a OIPA Italia a: OIPA Italia – via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano

CARTA DI CREDITO Solo per il pagamento con CARTA DI CREDITO cliccate il tasto INVIA LA DONAZIONE, e all’interno della pagina immettere l’offerta

 


IMPORTO IN CIFRE (No simboli o caratteri)