“Nell’uscita periodica dedicata ai cani dei senza fissa dimora abbiamo conosciuto diverse persone che per varie ragioni si sono ritrovati ai margini della strada a chiedere l’elemosina. Tra quelli che conosciamo e a cui destiniamo il nostro aiuto c’è chi desidera semplicemente un po’ di compagnia e il conforto di sapere che qualsiasi cosa accada, i loro amici a 4 zampe non resteranno mai soli. Ed è vero, noi ci siamo per loro e continueremo ad esserci perché quei musetti carini e quelle code scodinzolanti ci hanno conquistati! “

Anche a luglio, durante la grande afa e il caldo che ha soffocato la città, gli angeli blu dell’OIPA di Milano sono scesi  in strada al fianco dei clochard milanesi per aiutare i loro amici a zampe, reperendo loro del cibo, dispensando consigli utili e portandoli presso una clinica veterinaria per verificare il loro stato di salute e valutare le vaccinazioni annuali.

Uno dei cani che richiesto maggiore attenzione è Linda, simpatica e dolce cagnolina di piccola taglia, che aveva necessità di essere sterilizzata al più presto. E poi c’è Margot (in foto) cane di un clochard, a cui è stata fatta un’ecografia in seguito ad un problema di incontinenza e alla quale è stata prescritta una terapia immediata.

“La soddisfazione più grande del prendersi cura di questi animali è la loro serenità, il vederli vivere dignitosamente accanto al loro amato proprietario, evitandogli momenti di disagio e frustrazione”.

La relazione tra clochard ed il suo cane è importante per entrambi, infatti così come il cane “migliore amico dell’uomo” è un valido compagno di avventure e di vita per un senza tetto, reciprocamente egli lo è per il suo cane che diventa suo unico referente, e affrontando ogni esperienza insieme, conducono una vita di condivisione, di collaborazione e affiliazione molto intensa.

“A volte ci hanno anche sorpresi: conoscono tutto dei loro cani, carattere, interessi e stanno attenti alle loro esigenze. Questo ci fa capire quanto li hanno a cuore e quanta comprensione e rispetto abbiano per le loro emozioni. In particolare, ci tenevamo a salutare un amico speciale di nome Tony, uno di loro, amico a 4 zampe di Cristian che è volato via all’età di 13 anni per un brutto tumore. Le cure prestate dal suo papà non hanno cambiato il suo destino purtroppo, però hanno sicuramente reso meno dolorosi quei momenti. Le parole di Cristian ci hanno commosso: “Tony non c’è più, se n’è andato tra le mie braccia, sono rimasto solo”.

“Non si cura di chiedersi se abbiate torto o ragione; non gli interessa se abbiate fortuna o no, se siete ricco o povero, istruito o ignorante, santo o peccatore. Siete il suo compagno e ciò gli basta. Egli sarà accanto a voi per confortarvi, proteggervi e dare, se occorre, per voi, la sua vita. Egli vi sarà fedele nella fortuna come nella miseria. E’ il cane!”

J.K. Jerome

Per portare avanti questo bellissimo progetto è fondamentale il vostro aiuto!

Per informazioni e aiuti: Francesca Collodoro, delegata OIPA Milano, milano@oipa.org, 026427882